29.MAG.2013   24.NOV.2013

KATERINA ¦EDÁ
THIS IS NOT A CZECH PAVILION

55MA ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D'ARTE DI VENEZIA, PALAZZO DELLE PRIGIONI, TAIPEI FINE ARTS MUSEUM OF TAIWAN

Attraverso I processi di ricerca e corrispondenza, Kateřina ¦edá ed io abbiamo scoperto una serie di relazioni speculari per riflettere le nostre posizioni completamente opposte: nognuna di noi sta al di fuori dell’ arena dell’altra mentre tentiamo di diventarne I centri. L’unico percorso possibile per la comunicazione era di scambiare le nostre posizioni e percezioni diventando entrambe specchio per l’altra e l’altra stessa in questa immagine specchiata. Questa relazione progressiva č diventato il punto di partenza concettuale del progetto This is not a Czech Pavilion, in cui noi tentiamo di creare possibilitŕ e sviluppare azioni per superare le relazioni tra persone e luoghi nei contesti di Taiwan, repubblica Ceca, Padiglione di Taiwan, Padiglione Ceco, Biennale di Venezia, e cosě via. BATE´O MIKILU č un gruppo di sei studenti delle scuole superiori che ha invitato ¦edá a trasformare il loro villaggio di Zastávka (che letteralmente significa ‘fermata’ in lungua ceca), una cittŕ industriale disfunzionale senza alcun centro. Questo modello di collaborazione a 6-1-1 sperimenta il diventare estranei e le dinamiche delle relazioni dentro-fuori per interrogare il sistema dell’arte contemporanea e le relazioni sociali generate dal capitalismo nell’esplodere e svanire di cittŕ in tutto il mondo.

Esther Lu


55MA ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D'ARTE DI VENEZIA, PALAZZO DELLE PRIGIONI

inizioindietro