13.MAR.2007   12.MAG.2007

DAVID ZINK-YI ROMA 395

Roma 395 è il titolo della serie fotografica scattata in Roma 395, l'indirizzo della casa della nonna di Zink a Lima, in Perù. Ogni singola fotografia mostra fedelmente un diverso frammento della casa, ricreando nello spazio della galleria un percorso all'interno della stessa abitazione. In tutti i 16 lavori, mobili, particolari dell'arredamento, soprammobili e scorci d'interno sono accompagnati da dettagli anatomici, immagini o rimandi alla proprietaria, la nonna di Zink Yi. Le fotografie di questo artista, peruviano di origine e berlinese d'adozione, sono state eseguite senza modificare o cambiare gli spazi, mantenendo però una precisa struttura compositiva e formale. Sono scenari che diventano frammenti di una storia privata, una narrazione intima delle personalità che vi hanno abitato e che hanno tentato di amalgamare le diverse radici in un'anima unica e originale. Roma 395 si fa così punto di incontro tra la definizione di una singola personalità e il contesto più ampio in cui è inserita, la dimensione socio-culturale, il periodo storico, le proprie radici e i vissuti personali.
Al piano di sotto sono esposti 3 video, in cui la musica unifica tutti i lavori. I video sono stati realizzati dall'artista nel 2006 in Perù nella stessa regione.
In Huayno y fuga detrás, girato al mercato di Huancya, sulle colline peruviane, la telecamera ruota di 360° accompagnando il movimento di un musicista, ma mantenendosi fissa sui gesti delle sue manio. Il frastuono e i rumori del mercato vengono annullati da questo suono movimentato e suggestivo, le corde dellos trumento diventano un filtro di separazione tra il nostro occhio e i volti della gente, un confine virtuale tra due diverse prospettive visive.
3200m, dall'altezza della regione in cui il video è stato realizzato, è strutturato su una moltiplicazione di piani visivi e su una sovrapposizione sonora. Il video presenta contemporaneamente in primo piano dei bambini che lanciano delle trottole, dei giocatori di calcio alle loro spalle, e, ancora dietro, il paesaggio. Analogamente, il rumore dei giocattoli di legno si mescola alle grida dei calciatori e alla musica proveniente da una radio del villaggio vicino.


inizioindietro